Pillole di galateo: il coltello
Tavola

Posto d’eccezione a tavola è destinato al coltello!

Come sappiamo benissimo tutti (e chi non lo sa faccia finta di saperlo!), è posto a destra del piatto, con la lama verso l’interno, e dopo di esso, verso l’esterno, si posiziona il cucchiaio.

Il coltello nella storia

Il coltello è l’utensile più antico, infatti è utilizzato già dai popoli primitivi e la sua evoluzione va di pari passo con l’affinamento delle arti di lavorazione del metallo.

Eppure non in tutte le culture il coltello ha un ruolo di primo piano.
In Cina, ad esempio, il suo utilizzo è molto raro e addirittura l’uso del coltello non è visto di buon occhio, nemmeno se fatto seguendo le regole delle buone maniere: utilizzarlo a tavola equivale a maneggiare una spada!
A tal proposito, il grande studioso Norbert Elias afferma che “è lecito che il costume affermatosi in Cina sia da ricollegare al fatto che in questo paese da molto tempo lo strato superiore che determinò i modelli non era una classe di guerrieri ma uno strato pacificato, anzi pacificato in misura elevatissima: quello dei funzionari colti”.

A ciascuno il suo coltello

No, non è un invito a diventare serial killer!

Bisogna sapere che i coltelli sono di varie tipologie e con funzioni diverse: esistono dei coltelli specifici per la frutta e per il pesce che è necessario conoscere per apparecchiare la tavola con le posate adatte alla cena che offriremo.

Ma non tutto va tagliato col coltello.

Se non volete rischiare che qualcuno vi tagli le mani non utilizzatelo mai per tagliare le uova, le verdure e le patate!

Massima attenzione al pesce e al formaggio: in questi casi non si utilizza mai il coltello semplice, ma quello specifico per questi due cibi.

 

Come si usa il coltello?

Può sembrare strano ma sono molte le persone che fanno confusione sull’uso del coltello.

Alcuni pensano che debba essere tenuto come una penna stilografica, altri che si debba tenere con tutta la mano come un pugnale (caso ammesso solo se siete dei supersiti su un’isola deserta e dovete cacciare della selvaggina!) e infine c’è chi lo usa come una forchetta.

Forse non è necessario ricordare che non è ammesso, per nessuna ragione, portare il coltello alla bocca, ma… non si sa mai!

 

I 3 consigli del galateo sull’uso del coltello

  1. Attenzione alla mano!
    Per impugnarlo al meglio bisogna tenerlo con la mano destra, senza che l’indice oltrepassi il manico e tocchi la lama.

     

  2. Non sempre serve un coltello!
    Se organizzate un buffet in piedi evitate di servire portate che necessitano l’uso del coltello: può essere scomodo e spiacevole per i vostri invitati.
                       
  3. Vietato gesticolare!
    È di per sé estremamente maleducato gesticolare, ancor di più se lo si fa a tavola, oltremodo se lo si fa con una posata tra le mani. Se fosse un coltello, poi, il padrone di casa sarebbe autorizzato a invitarvi a mangiare in una sala separata!

 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Conosci le regole
per divertirti ad infrangerle

 

contattaci >

Scopri il livello
delle tue buone maniere

 

fai subito il test >

Scrivici

Compila il form per ricevere informazioni o iscriverti ai nostri corsi.

GDPR

8 + 2 =

Contatti

+39 06-64003500

+39 339-2623864

info@accademiaitalianagalateo.it