· 

Quando dare del Tu o del Lei?

Tu o Lei?

 

Molti di coloro che ci scrivono vogliono essere rassicurati su quando è il momento giusto per  iniziare a dare del Tu. Il problema è proprio nella nostra paura di cercare il momento giusto per non sbagliare: non si tratta di momenti ma bensì, come ci è capitato spesso di ripetere, del rispetto che si ha verso l’altra persona. Prendete ad esempio Dante che utilizzava molto il Tu ma con personaggi autorevoli e con Beatrice si rivolgeva con il Voi. 

Oggigiorno il Tu è molto diffuso perché forse è idea comune che il Lei sia un eccesso di formalità, in realtà si parla di rispetto. Altri sostengono che l’uso del tu sia riconducibile alla voglia di sentirsi giovani e di utilizzare un linguaggio più democratico e trasversale, forse però bisognerebbe ricordare che l’accoglienza e la partecipazione si fanno con le azioni e non con i pronomi. 

Va bene usare il Tu con amici e colleghi e attenzione non perchè non si rispetti ma perchè c’è anche una certa familiarità; ma con una persona appena conosciuta o con un superiore è sempre meglio utilizzare il Lei, fino a quando questa non voglia passare al Tu. Questo passaggio è cruciale: da quel momento cambieranno i ruoli e le conversazioni. 

Consiglio di non avere troppo fretta di passare al Tu, dare del Lei ci permette di dire le cose più incisivamente e con maggior distacco. Diamo quindi sempre la possibilità all’ospite o al nostro superiore di passare al Tu , ma quando avviene non insistiamo a dare ancora del Lei o peggio ci giustifichiamo  “caro professore, non mi permetterei mai di darle del Tu”, dimentichiamoci queste frasi frutto di insicurezze e sudditanze. 

E’ importante ricordare però che il Lei è sempre simmetrico:. Non possiamo chiedere il Lei se diamo del Tu sia che siamo presidenti della repubblica, notai, impiegati, creativi o giornalisti.

In passato non era raro vedere la padrona chiedere il Lei e dare del Tu al proprio personale, allo stesso modo avviene nelle università di oggi, in questo modo non rimarcate la vostra posizione ma solo la vostra presunzione.

test livello buone maniere

Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    Sandra Fioravanti (sabato, 02 febbraio 2019 22:31)

    La forma di cortesia è sempre gradita.

  • #2

    Michelangelo Gesualdo (martedì, 25 giugno 2019 23:47)

    Essere cortesi credo sia la forma migliore per l'educazione anche verso chi non si conosce di persona diretta.