Galateo dell'abbigliamento in Spiaggia

Estate per molti è sinonimo di mare, abbronzatura e relax, indossando unicamente il costume da bagno. Ma, si può fare? Lo si può indossare senza regole o esiste un galateo dell’abbigliamento da e in spiaggia?

Iniziamo subito con qualche consiglio fashion. Scegliete sempre costumi sobri ed eleganti ed evitate quei due pezzi micro che lasciano poco spazio all’immaginazione. Se negli anni Settanta furoreggiava il crochet, il bikini lavorato a uncinetto con slip a vita bassissima e reggiseno a triangolo, al giorno d’oggi c’è proprio l’imbarazzo della scelta: con reggiseno a coppe e culotte che coprono l’ombelico, slip a vita bassa e top con il reggiseno delle giocatrici di beach volley, intero con grandi scollature sulla schiena o con forme sempre diverse. 

Scegliete colori neutri, bianco, nero o metallizzato e con un piccolo tocco fantasia come un punto luce allo scollo o un dettaglio all’altezza dei nodi.

Il costume intero resta il must dei costumi da bagno e non solo, nella sua versione più decorata infatti si dimostra perfetto anche per il party, nelle occasioni in cui è bello mostrare la propria (lieve) abbronzatura.

Non esagerate con gli accessori: vanno bene borse capienti e colorate e occhiali da sole, ma meglio non indossare gioielli, specie se troppo vistosi. E poi, ricordate sempre di indossare un copricostume e le ciabatte quando entrate in un bar o mangiate al ristorante del vostro lido: l’etiquette in spiaggia prevede, infatti, che le persone si coprano al momento dei pasti.

Infine a completare il look da mare grandi cappelli e occhiali da sole per proteggere viso e occhi dai caldi raggi solari. Attenzione,  però,  entrambi dovranno essere rimossi nei luoghi chiusi come bar/chioschetti o ristoranti e quando si conversa con qualcuno.

test livello buone maniere

Scrivi commento

Commenti: 0