· 

Galateo ecologico

Un’estate all’insegna del relax e del divertimento all’aperto? Sì, ma che fatica! Purtroppo veri e propri gioielli del verde come i giardini di Villa Borghese a Roma sono, ogni anno, invasi da una vera e propria ondata di rifiuti che impedisce ad abitanti e turisti di arginare il gran caldo al di fuori delle proprie case o dagli hotel. Il dilemma sembra senza soluzione, ma solo se lo si analizza in maniera superficiale. Infatti, basterebbero poche e semplici regole: un piccolo “galateo della natura” per salvare l’ambiente e un po’ anche noi stessi. 

Uno dei problemi principali è quello dei mozziconi di sigaretta lasciati cadere a terra quando si potrebbe benissimo dotarsi di un posacenere portatile o, più semplicemente, spegnere la sigaretta e buttarla nella spazzatura. Attenzione, anche la questione della divisione dei rifiuti non va sottovalutata: praticare la raccolta differenziata favorisce il riciclaggio. 

Passiamo all’acqua, definita retoricamente “un bene prezioso” ma troppo spesso pensato come infinito. In realtà la situazione è più complicata di quel che si può pensare poiché l’esaurimento di questa risorsa può portare a conseguenze devastanti per l’intero pianeta perciò, parsimonia al primo posto, così come per la luce e il calore. 

Anche l’utilizzo continuo delle auto andrebbe limitato, in particolare per i tratti brevi, non solo per provare a contrastare, almeno nel proprio piccolo, il fenomeno dell’inquinamento, ma anche per godersi le bellezze delle proprie città, a piedi o in sella ad una bicicletta. Non mancano le alternative anche per percorsi più lunghi: dai mezzi pubblici, al car sharing. 

L’ultima regola, ma di certo non la meno importante, è “stop alla plastica” a favore dei materiali durevoli per salvaguardare l’ambiente anche durante la pausa caffè in ufficio o durante un piacevolissimo pic nic.

In sintesi, non si tratta assolutamente di una missione impossibile ma solo di rendersi conto che il cuore verde della Terra non può smettere di battere per colpa nostra. Non serve molto, solo impegno, senso civico e, soprattutto, buone maniere.


Scrivi commento

Commenti: 0