· 

Galateo e le mance - parte 2

La scorsa settimana abbiamo avuto occasione di vedere cosa dice il Galateo e quali sono le regole generali di Buone Maniere in fatto di mance. Quando si decide di lasciare una mancia, tuttavia, bisogna prestare attenzione al posto in cui siamo, infatti le mance sono una di quelle cose per cui vale il detto “paese che vai usanza che trovi”.

 

Per essere più chiari, come per molte altre cose, l’usanza o meno di lasciare una mancia come segno di riconoscimento nei confronti di un servizio ricevuto, così come il senso assunto dall’atto di non lasciarla si differenziano in base a quelle che sono le usanze del territorio in cui ci troviamo; coì la localizzazione geografica determina il significato e l’ammontare della somma che andrà a costituire la ricompensa lasciata per il servizio: per esempio negli USA l’ammontare del contributo offerto per il servizio (tips in inglese) si aggira intorno al 15-20% del conto e costituisce un effettivo pagamento per il servizio ricevuto, che non è incluso nel conto finale; allo stesso modo in Cile, Egitto e Sudafrica lasciare la mancia è fortemente consigliato e assume quasi un carattere di obbligatorietà, finalizzato a compensare un salario molto basso.

Nella maggior parte delle nazioni Europee ma anche in alcune aree del Sud America come il Perù, il ringraziamento offerto sotto forma di compensazione monetaria, non è un azione obbligatoria ma resta un segno di apprezzamento e di valorizzazione nei confronti del servizio e si aggira intorno al 5-10% del conto.

Completamente diverso è invece l’atteggiamento dei Giapponesi che considerano il fatto di lasciare la mancia un atto offensivo, paragonabile a un insulto.

Il tempo e il luogo definiscono anche le modalità da seguire quando si da la mancia. Nei bar, nelle pizzerie e nelle catene di ristoranti europee è sempre più diffusa l’usanza di porre vicino alla cassa un bicchiere per le mance. Questo non si troverà nei ristoranti di un certo livello, dove la mancia potrà essere lasciata in maniera discreta all’interno dell’astuccio con il quale ci sarà portato il conto e consegnata in questo modo al cameriere.

Una piccola attenzione in più verrà invece riposta nel lasciare la mancia se ospiti di una residenza privata con personale di servizio. In questo caso è un atto di eleganza e buona educazione non solo ringraziare la padrona di casa per l’ospitalità, ma offrire una mancia al personale che si è occupato di noi durante il soggiorno e per il quale la nostra presenza ha determinato un lavoro extra. Anche in questo caso sarà sempre buona maniera evitare l’indelicato sventolamento di banconote, avendo cura di riporre la somma stabilita all’interno di una busta, accompagnata da un biglietto di ringraziamento che verrà consegnato alla persona interessata.

Infine la mancia, proprio per il suo carattere di ringraziamento, dovrebbe essere lasciata alla termine di un servizio, mai prima e, negli alberghi, mai all’inizio del soggiorno. Il fine della mancia è quello di ringraziare e valorizzare il lavoro svolto, non quello di comprare i favori e la simpatia del personale dando per scontato che il semplice scambio di denaro sia garanzia di un trattamento privilegiato.


Scrivi commento

Commenti: 0