· 

Cosa indossare in ufficio

Ed eccoci nella settimana più trendy e alla moda dell’anno; è il momento della Fashion week a Milano. In molti vedendo le sfilate in tv, su internet o le nuove collezioni sui giornali e quotidiani online si chiedono e ci chiedono come poter essere “alla moda” tutti i giorni. Diciamocela tutta la fashion week rappresenterà anche la moda del prossimo anno ma se la volessimo applicare alla realtà di oggi ?

Ad esempio cosa è opportuno indossare per andare in ufficio senza sembrare “Troppo” elegante o sportiva. Alla base di tutto ovviamente c’è il luogo e la mansione che ricopriamo. Ma ciò che primariamente va ricordato è il potere simbolico dell’abito: dobbiamo essere coscienti che ogni nostra scelta rappresenta un messaggio che viene lanciato alla società. L’abito all’interno di un’azienda, struttura o istituzione dovrebbe prima di tutto rispondere alla coerenza del luogo e avere sempre presente che noi rappresentiamo la nostra azienda anche con il nostro abito. 

Ma ora veniamo all’aspetto pratico, per la moda da tutti giorni e non solo da fashion week ;) Volendo rispondere ai nostri lettori di seguito ci soffermeremo su alcuni punti fondamentali nella scelta del look da ufficio:

per la donna l’abito dovrebbe essere formale ma anche comodo quindi sono da evitare tutte quelle scelte puramente estetiche che impediscono alcuni movimenti e che non rendono disinvolta la figura. Alcuni capi base sono rappresentati da tailleur, abito intramontabile, sia con gonna sia con pantalone, possono essere indossati con camicia o con sottogiacca, l’importante è stare attenti ai colori e alle trasparenze. L’intimo non dovrebbe mai essere vedersi e notarsi. È possibile indossare abiti spezzati o abiti più sfiziosi, avendo sempre cura alle lunghezze (mai sopra il ginocchio) e alle braccia (sempre coperte almeno fino ai gomiti).

Le scarpe dovrebbero sempre essere comode evitando i tacchi alti e le ballerine; ma sono da evitare in ufficio anche i sandali e gli stivali, anche se di gran moda possono non essere sempre opportuni. Ricordiamo che la gonna non andrà mai senza calza anche se giovanissime.

Evitare sempre eccessi modaioli ed accessori eccentrici. Se indossate un bel paio di orecchini, evitate la collana. Se avete un anello importante meglio evitare il bracciale.

E per lui? L’abito per l’uomo è sempre più semplice, perché legato alla tradizione e spesso uniformato. Il classico abito è obbligatorio sopra i trent'anni, il quale deve sempre essere perfettamente stirato, i colori concessi sono il blu, il grigio e il marrone. Sono ammessi in contesti non particolarmente formali anche abiti spezzati purchè rispettino le armonia base del colore. La camicia dovrebbe essere di colori molto chiari, sempre meglio evitare il bianco più adatto ad occasioni serali. Sono da evitare quasi sempre i jeans e le sneakers.

Le scarpe dovrebbero sempre con i lacci e accuratamente pulite e lucidate. Massima attenzione deve essere data ai calzini, mai bianchi. Mai neanche corti, i calzini dovranno sempre essere lunghi anche d’estate, ovviamente sono banditi i fantasmini, le caviglie e i polpacci dell’uomo non si dovrebbero mai vedere, almeno in ufficio.

La cravatta dovrà essere sobria e poco decorata. In ultimo l’uomo dovrebbe usare con molta parsimonia i gioielli, sono da evitare anelli (solo la fede) collane in vista, bracciali, orecchini ecc. Dobbiamo anche ricordare che la giacca a tre bottoni sarà abbottonato solo quello in mezzo e quella a due bottoni quello più alto, la giacca verrà sbottonata prima di sedersi e abbottonata appena alzati. Il gilet avrà sempre l’ultimo bottone sbottonato.


Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    Margherita (domenica, 24 febbraio 2019 18:46)

    Non condivido ma mi adeguo

  • #2

    Anna (lunedì, 11 marzo 2019 11:52)

    Condivido appieno sopratutto gioielli ed accessori