· 

Perchè non si dice salute

Inverno, freddo, raffreddore ... etciù! 

Primavera, allergia e ancora etciù !

Lo starnuto fa parte della vita di tutti in qualsiasi momento dell’anno. Nonostante sia una cosa naturale che colpisce veramente tutti indistintamente, quando un nostro vicino starnutisce, come un movimento istintivo, nasce un bisogno ancestrale di augurare “salute”. 

 

In generale nel rispetto delle buone maniere non si deve mai notare un atteggiamento o un atto che possa mettere in imbarazzo un’altra persona. Ebbene sì, non stiamo esagerando, forse non ci rendiamo conto ma lo starnuto può essere un atto imbarazzante e quella parolina sottolinea, da un importanza a un atto che altrimenti non dovrebbe avere.

 

Ma allora perché lo diciamo sempre?

Le radici sono molto lontane. Aristotele nei suoi Problemata riporta che nell’antica Grecia lo starnuto era un segnale del cervello, sede del nostro spirito e dell’intelligenza, questo segnale doveva essere omaggiato. Ancora a fine ‘700, il fisico tedesco Georg Christoph Lichtenberg, riporta nei suoi aforismi che un violento starnuto può provocare sordità, cecità e morte per cui bisogna augurare che “Dio non voglia che lo starnutire ti faccia morire”.

La scienza e la medicina ne hanno fatta di strada, e le credenze che si sono susseguite non hanno ragione di esistere. Le cause dello starnuto si conoscono, nessuno ne morirà. Può essere un rumore che può farci sobbalzare, non è dovuto alcun commento, semplicemente ignoriamo o offriamo un fazzoletto se è necessario.

 

test livello buone maniere

Scrivi commento

Commenti: 0